COMPAQ SALE +9,5%, MA IL POTENZIALE E’ PIU’ ALTO

8 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Compaq Computer (CPQ), il piu’ grande produttore del mondo di computer (anche se ormai tallonato da Dell) forse e’ pronto per il reboot che migliaia di azionisti aspettano da mesi. Questa almeno e’ l’opinione dell’analista del Credit Suisse First Boston Michael Kwatinetz, che ha appena reiterato (come si dice in gergo) il suo rating ”buy” per l’azienda informatica. ”Adesso potrebbe essere il momento giusto per costruirsi una posizione, visto che il rischio di ulteriori ribassi sembra limitato mentre un apprezzamento nel breve termine e’ assai probabile”, dice l’analista. Il target di prezzo e’ tra i 30 e i 35 dollari nei prossimi 6-12 mesi.

Notando che il titolo Compaq ha perso circa il 40% rispetto a un anno fa, e piu’ del 60% rispetto ai massimi segnati in gennaio, Kwatinetz sostiene che CPQ e’ un buon investimento in base ai seguenti elementi:

– La stima di una previsione di fatturato per il 2000 di 41 miliardi di dollari e’ decisamente a portata di mano, stavolta;

– Le stime riguardanti il margine lordo, inoltre, appaiono decisamente piu’ ragionevoli;

– Infine le previsioni di utile sono raggiungibili, adesso, molto di piu’ di quanto sia accaduto negli ultimi due anni. La stima e': 30 cents per azione quest’anno, e 1 dollaro nel 2000.
Le azioni Compaq, riflettendo in parte le prime indiscrezioni alla borsa di New York ora raccolte da WSI, hanno gia’ mostrato venerdi’ scorso una chiara tendenza al rialzo, salendo 1 e 3/4 a 20 e 7/8, cioe’ +9,5%, con un volume di scambi molto alto, circa 39 milioni di pezzi. C’e’ sempre chi e’ piu’ veloce di altri. Comunque, meglio tardi che mai.

Hai dimenticato la password?