Come Gross e Buffett hanno (quasi) salvato l’economia mondiale

20 aprile 2017, di Daniele Chicca

In un’intervista a Istituional Investor, Bill Gross accompagna gli investitori “comuni” in un viaggio non ordinario, all’interno delle mura del primo fondo obbligazionario al mondo, per scoprire come Pimco e altri grandi società di gestione operano nei momenti di maggiore crisi.

Nel video sotto riportato Gross, ora consulente di Janus Capital, racconta come lui e Warren Buffett hanno quasi salvato l’America prima della crisi dei mutui subprime americani. Gross, considerato uno dei più importanti e bravi gestori al mondo, ha lavorato decine di anni per Pimco, fondo da lui gestito, con il ruolo di amministratore delegato.

“Il giorno in cui il Congresso Usa era chiamato al voto per salvare il sistema con quasi mille miliardi di dollari di fondi pubblici” e il Tesoro stava cercando Warren Buffett mi ha chiamato dicendomi che voleva reperire diversi migliaia di dollari in capitali azionari privati per comprare i contratti sui mutui dalle banche per salvare il paese”.

Gross ha accettato di partecipare nel piano di salvataggio di Buffett, ma poi il segretario del Tesoro Henry Paulson e Neel Kashkari, che era a tutti gli effetti il suo vice e ha poi ricoperto il ruolo di supervisore del programma di assistenza Troubled Asset Relief Program (TARP), hanno deciso di iniettare 800 miliardi di dollari nel sistema finanziario americano.

Hai dimenticato la password?