Citi alza le stime dello S&P 500: “Salira’ piu’ del previsto grazie a Trump”

28 dicembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Per gli analisti di Citi, l’elezione di Donald Trump farà bene ai mercati. Soprattutto a quello americano che, secondo le previsioni della banca d’affari Usa, beneficera’ della politica economica preannunciata dal nuovo inquilino della Casa Bianca,

Secondo gli esperti, sara’ soprattutto la riduzione delle tasse ad avere effetti positivi sul fronte degli utili societari, che a loro volta finiranno per spingere in alto le quotazioni. Ma non solo.

“La combinazione dei tagli fiscali (sia aziendali sia personali), l’alleggerimento delle regole, il rimpatrio dei contanti dall’estero e l’aumento previsto della spesa per le infrastrutture sono tutti fattori che alimentano le prospettiva di una rapida crescita economica e degli utili aziendali nel 2017 e il 2018″ si legge in una nota, che prosegue: “La crescita dei profitti aziendali sara’ alimentata anche dalla maggiore apertura delle banche nella concessione dei prestiti, nell’incremento dell’ottimismo da parte delle societa’ piu’ piccole ma anche dalla ripresa del settore energetico”.

Qualche numero per capire meglio. Se le tasse corporate – fanno sapere da Citi – saranno tagliate del 20% dall’attuale effettivo 27%, questa manovra finira’ per  aggiungere 12 dollari all’anno agli utili per azione dello S&P 500. Risultato finale: nel 2017 gli utili per azione saliranno da 129 ai 131 dollari per azione previsti, pari a una crescita del 9% sui risultati attesi per il 2016.

In quest’ottica, non tarderanno a farsi vedere gli effetti positivi sull’andamento dello Standard &Poor’s , destinato a raggiungere il target price di 2,425 punti, previsione rivista al rialzo dai precedenti 2,325 punti (circa il 7% in piu’ rispetto alla chiusura di giovedì).

Hai dimenticato la password?