CISCO SUPERA LE STIME DEGLI ANALISTI. E SALE

10 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Cisco (CSCO, vedi quotazioni interattive) ha anncunciato ieri sera, dopo la chiusura delle regolari contrattazioni a Wall Street, i risultati relativi al primo trimestre dell’anno fiscal 2000, battendo le stime degli analisti di un penny (smentendo cosi’ i ”whisper numbers” negativi) grazie alla crescita del fatturato con le aziende internet. L’azienda ha registrato utili di 24 centesimi per azione, rispetto ai 23 stimati. Nella sua storia di azienda quotata, la Cisco non ha mai mancato un appuntamento con l’annuncio degli utili. Cisco ha anche fatto sapere di non vedere alcun problema all’orizzonte per la questione dell’anno 2000.

Eppure il colosso tecnologico, una delle blue chips del settore, potrebbe avere reazioni meno entusiaste del previsto a Wall Street, poiche’ ha annunciato anche che gli utili del primo trimestre sono calati del 14% a 438 milioni di dollari, dai precdenti 512. L’azienda attribuisce il calo alla massiccia campagna di acquisizioni. Infatti proprio ieri Cisco ha annunciato di aver rilevato per 800 milioni di dollari un’altra azienda quotata al Nasdaq col simbolo (AIRO).

I titoli Cisco sono saliti nelle contrattazioni elettroniche di 2 dollari, a 76 e 1/4. Aumento che ha in parte compensato il calo durante la seduta ufficiale.

Hai dimenticato la password?