Le cinque previsioni sorprendenti per il 2017 di JP Morgan

27 dicembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Brexit, elezione di Donald Trump, dimissioni di Matteo Renzi. Sono solo alcuni degli eventi che hanno caratterizzato il 2016, anno destinato a passare alla storia come uno dei più sorprendenti della storia politica recente.

Anche dal punto di vista strettamente finanziario non sono mancate sorprese: dal fronte valutario, la sterlina e’ scesa i minimi di 31 anni contro il dollaro mentre la Cina ha continuano a svalutare lo yuan. Nel frattempo, Wall Street, a dispetto di ogni previsione, ha segnato nuovi livelli record.

Ma come sara’ il 2017? Le premesse sembrano, almeno sulla carta, preannunciare un anno altrettanto movimentato. Dal punto di vista politico, i fari saranno accesi dalle elezioni in Francia, Olanda e forse in Italia. Ancora una volta, dunque, sara’ l’incertezza a regnare sovrana.

In questo contesto, gli analisti di Jp Morgan hanno messo a punto 5 previsioni che, a loro dire, per quanto sorprendenti hanno buone probabilita’ di realizzarsi:

1 – la Fed alzera’ i tassi sei volte;

2 – I prezzi del petrolio saliranno fino a 75 dollari al barile;

3 – L’euro si apprezzerà’ del 15% contro il dollaro;

4 – I rendimenti dei T-bond a 10 anni continueranno a salire fino a raggiungere il 3,5%;

5 – Il debito dei paesi emergenti sara’ l’asset con la performance migliore tra quelli a reddito fisso.

 

 

 

Hai dimenticato la password?