CASO MICROSOFT: VETERO ANTICAPITALISMO? NO!

11 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Tra le numerose lettere arrivate a Wall Street Italia sul caso Microsoft, ne abbiamo scelta una che riassume una posizione a quanto pare piuttosto diffusa tra i nostri utenti. Lo intuivamo, ma era davvero un nervo scoperto quello che siamo andati a toccare! La lettera prescelta e’ di Davide Canuti, ingegnere ambientale. E’ polemico con la tesi di WSI; ma i toni e gli ”skills” sono tali che siamo sicuri, l’ingegnere non se ne avra’ a male nel vedere il suo nome su internet, crediamo a beneficio di tutti gli altri che hanno voluto inviarci un’ opinione. Ma ecco la lettera.

Non scrivo spesso a giornali o a siti internet, pero’ stavolta credo che l’articolo di Luca Ciarrocca ”MICROSOFT: DECIDA IL MERCATO, NON I GIUDICI” meriti una risposta. Anzi, prendo l’occasione per invitarvi a creare un servizio forum dove noi consultatori delle vostre pagine possiamo inserire i nostri commenti.

Tornando all’articolo in questione credo che sia evidente che la frase (riferita al giudice federale incaricato del caso) ”uno che fino a quando e’ cominciata la causa antitrust non aveva mai visto un computer in vita sua” sia da riferirsi in primo luogo all’autore dell’articolo visto le inesattezze non esplicitate, ma sottointese, e cioe’ che Windows e Internet Explorer siano i sistemi piu’ diffusi al mondo solo perche’ sono i migliori: evidentemente non non sono utilizzati da Luca Ciarrocca, altrimenti il differenziale tra aspettative e promesse pubblicitarie e prestazioni reali, sarebbe tale da impedire affermazioni così entusiaste.

Sulla questione monopolio in linea di massima penso che comunque l’esistenza di uno standard (nel sistema operativo e nell’office automation) che di fatto Microsoft ha creato sia anche un fatto positivo, ma mi pare lampante che la posizione raggiunta sia poi servita per ”tarpare” le ali a potenziali concorrenti in altri settori (internet in generale, dove Bill Gates e’ arrivato non ultimo ma ultimissimo, mentre ora ogni prodotto MS sembra fatto per lavorare esclusivamente via web, cosa che pochissimi fanno; database; giochi; trattamento immagini; gestione dei server: chiedere quanti
usano NT rispetto a Unix o Linux) cosa che alla Microsoft non è successa, perchè ad esempio IBM non imponeva OS2 agli acquirenti dei suoi pc, malgrado ne avesse la forza e la qualità del prodotto fosse pure superiore.

Quindi la frase ”magari in qualche garage della California due studenti in jeans e maglietta stanno gia’ lavorando a come fare le scarpe a Windows” in realta’ dovrebbe essere cambiata in ”magari in qualche garage due studenti stanno avendo un’idea geniale che se va bene un giorno potranno vendere a Microsoft facendo un sacco di soldi, ma uscendo dal sistema e mettendosi a fare gli uomini d’affari” (già successo a Andressen e a Grove per esempio).

Ultimissima cosa: mi sembra eccessivo accusare il Dipartimento della Giustizia Usa di essere vetero-anticapitalista, va bene credere nel mercato, ma essere più realisti del re è sempre eccessivo…

Grazie per l’attenzione e complimenti per il sito che spero si espanda velocemente.

Hai dimenticato la password?