Canone Rai: come chiedere l’esenzione per il 2018

18 dicembre 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – E’ stata una vera e propria rivoluzione il canone Rai inserito nella bolletta elettrica, una novità prevista dalla Legge di stabilità 2016 con l’obiettivo di arginare l’evasione della tassa prevista per la detenzione di un apparecchio televisivo.

La legge ora prevede una presunzione: ossia chi è titolare di un’utenza elettrica si presume abbia in casa anche un televisore su cui deve pagare il canone Tv inserito nella bolletta della luce, spalmato in 10 rate annuali. Ma non è sempre vero: non sono pochi i casi in cui chi ha attiva un’utenza elettrica non possegga la televisione. Occorre però far presente al fisco tale situazione onde così evitare l’addebbito automatico nella bolletta.

Come? Occorre presentare un modello di dichiarazione sostituiva che si trova on line e gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle entrate o su quello della Rai. Una volta compilato può essere presentato alla stessa Agenzia entro e non oltre il 31 gennaio 2018 affinchè operi l’esenzione per l’intero anno. Ma il Fisco consiglia di essere preventivi e siccome il primo addebito del canone verrà inserito già con la bolletta di gennaio, è meglio far compilare e trasmettere questa dichiarazione prima, entro fine mese.

Per chi avesse poca dimestichezza con le tecnologie, può presentare la dichiarazione tramite servizio postale, inviando il tutto con plico chiuso all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. In tal caso la scadenza da rispettare è il 20 dicembre. La dichiarazione ha validità annuale quindi esonera dall’addebito automatico del canone in Tv per tutto il 2018 poi per l’anno successivo, soccorre presentare una nuova dichiarazione.

Hai dimenticato la password?