CANDIDATI
ALLO SBARAGLIO

22 dicembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Sul nome del successore di Fazio,
non solo si è aperta una
rissa politica, ma anche una
vera e propria riffa.Il provider britannico
Unibet ha lanciato le
scommesse. Tommmaso Padoa-
Schioppa è in assoluto il più giocato.
Vittorio Grilli viene pagato 15
volte la posta alla pari con Domenico
Siniscalco. Può sembrare divertente
invece a noi pare deprimente.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link style=”color:blue”>INSIDER

Avremmo voluto che almeno
questo fosse stato risparmiato,
non solo ai contendenti,
che sono tutti personalità di livello
e stimate in patria e all’estero.Ma
soprattutto avremmo tanto sperato
che venisse risparmiata all’Italia
l’ennesima figuraccia. Su queste
colonne abbiamo apprezzato
lo sforzo di evitare, nel criterio di
nomina,ogni rischio di lottizzazione.
Però ci sembra che l’antico vizio
si stia riproponendo.I candidati
vengono giudicati non in merito
ai loro curricula o alle loro competenze
professionali, ma valutando
le loro (vere o presunte) vicinanze
partitiche. Il problema non è scegliere
l’uomo che meglio riuscirà a
gestire la banca centrale riformata,
cioè con meno poteri e con funzioni
in parte nuove. Non si discute
su chi sarà più bravo a tenere il
giusto equilibrio tra interessi dell’economia
italiana e mercato
mondiale, non chi ha più competenze
sulla moneta, chi sul sistema
creditizio,chi sulle istituzioni internazionali
(a cominciare da quelle
europee) nella quale Bankitalia è
incastonata.

No, i politici si accapigliano
su chi è prodiano, chi tremontiano,
chi ciampista e via via
etichettando. Deprimente, non
troviamo aggettivo migliore.
E non riusciamo a capire
(nella nostra riformistica ingenuità)
come mai si sia arrivati a
questo punto. Della uscita (volontaria
o no) di Fazio si discute
da mesi, anzi da più di un anno se
consideriamo il periodo in cui
Tremonti non era stato ancora
defenestrato. Possibile che il governo
non abbia un candidato valido?
Possibile che non si sia fatto
un’idea sull’uomo migliore (più
capace, più competente, più serio
e moralmente inattaccabile)? O
anche su chi a suo giudizio può
meglio interpretare una mission
che è senza dubbio cambiata. Ce
lo chiediamo, ancora increduli.
Anche se davanti ai nostri occhi
l’incredibile diventa realtà.

Copyright © Il Riformista per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

Hai dimenticato la password?