Canada, medici protestano: vogliono salari più bassi

8 marzo 2018, di Livia Liberatore

Può sembrare una fake news ma è proprio così: in Canada, nel Quebec, oltre 700 medici hanno iniziato una protesta contro l’aumento dei loro stipendi che ritengono già troppo alti. Lo riporta il Washington Post mostrando una petizione con cui i dottori hanno chiesto l’annullamento delle paghe più alte negoziate dai sindacati di categoria. Il motivo? I medici preferiscono che quei soldi siano utilizzati per migliorare il sistema di sanità pubblica.

A febbraio, la federazione dei medici specialisti del Quebec ha raggiunto un accordo con il governo per aumentare gli stipendi annuali di 10.000 medici specialisti della provincia di circa l’1,4 per cento entro il 2023. Lo stipendio medio per uno specialista in Quebec è già alto – secondo quanto scritto dal Washington Post è 403.537 dollari all’anno – rispetto agli 367.154 dollari della vicina Ontario.

Il gruppo che ha promosso la petizione, Médecins Québécois Pour le Régime Public (MQRP), ha detto che non poteva, in coscienza, accettare aumenti salariali quando le condizioni lavorative rimanevano difficili per gli altri profili nella loro professione, compresi infermieri e impiegati, e mentre i pazienti “hanno a che fare con la mancanza di accesso ai servizi richiesti a causa di tagli drastici negli ultimi anni”.

In particolare, la situazione degli infermieri non è delle migliori a causa della carenza di personale e del troppo lavoro di chi è assunto. Un sindacato di infermieri del Quebec negli ultimi mesi ha spinto il governo ad affrontare la scarsità di personale infermieristico, chiedendo una legge che possa limitare il numero di pazienti che un infermiere può visitare in un arco di tempo.

Hai dimenticato la password?