BTP Italia: a metà maggio la nuova emissione

11 maggio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Da lunedì 15 maggio e fino a giovedì 18 si terrà la nuova emissione dei BTP Italia, i titoli di Stato ideati nel 2012 soprattutto per le esigenze dei risparmiatori e degli investitori retail

I BTP Italia  sono i primi titoli di Stato, con cedole semestrali e durata quadriennale, che il Tesoro emette utilizzando non il meccanismo tradizionale dell’asta ma la piattaforma MOT di Borsa ItalianaLondon Stock Exchange Group. In questo modo la sottoscrizione, oltre che in banca, può essere fatta anche tramite qualsiasi home banking abilitato alle funzioni di trading.

E’ un investimento di medio termine che prevede una remunerazione sempre allineata all’evoluzione del costo della vita. Essi difatti sono gli unici titoli di Stato italiani indicizzati al tasso di inflazione nazionale. Durano 4 anni e ogni 6 mesi pagano interessi a tasso fisso sul capitale rivalutato all’inflazione del semestre di riferimento, sulla base dell’indice ISTAT sui prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati (FOI) con esclusione dei tabacchi. E se non c’è inflazione, cosa succede? In caso di deflazione, le cedole vengono comunque calcolate sul capitale nominale investito, quindi con una protezione estesa non solo alla quota capitale, ma anche agli interessi.

Per la nuova emissione, in arrivo il 15 maggio, i BTP Italia avranno durata di 6 anni, tasso reale annuo minimo garantito, cedole semestrali calcolate sul capitale rivalutato, recupero immediato dell’inflazione grazie alla rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi, capitale nominale garantito a scadenza, anche in caso di deflazione. Premio Fedeltà inoltre per chi acquista all’emissione nella Prima Fase del collocamento e conserva il titolo fino a scadenza, riservato solo ai risparmiatori individuali ed altri affini.

La collocazione sul mercato dei nuovi titoli avverrà in due fasi:

  • 15 – 17 maggio: dedicata ai risparmiatori individuali e affini. Il taglio minimo acquistabile sarà di 1.000 euro.
  • 18 maggio: in riferimento agli investitori istituzionali, nel caso in cui gli ordini raccolti eccedano la quantità che il MEF intende offrire, Borsa Italiana procederà ad applicare un meccanismo di riparto. Il taglio minimo acquistabile sarà di 100.000 euro.

Venerdì 12 maggio 2017 poi sarà comunicato al pubblico il tasso reale annuo minimo garantito per questa nuova emissione anche il Tesoro sottolinea che per la clientela dei piccoli risparmiatori ed altri affini non verrà applicato alcun tetto massimo, assicurando la completa soddisfazione degli ordini, come in tutte le precedenti emissioni.

Hai dimenticato la password?