Brexit: vera ragione per addio UE? Basta guardare l’Italia

18 luglio 2017, di Alessandra Caparello

Una ragione per convincere gli inglesi a lasciare l’Unione europea? Basta guarda l’Italia. Ne è convinto Steve Sedgwick che sulla Cnbc spiega ai sostenitori della Brexit – che secondo gli ultimi sondaggi sarebbero in diminuzione – il perché è necessario lasciare la zona euro.

Secondo il giornalista i paesi del  Vecchio Continente si trovano in una spirale di morte dal punto di vista economico. L’esempio emblematico su tutti è proprio il nostro paese che vanta un debito pubblico da record, circa 2290 miliardi di euro.

Un paese l’Italia, come racconta Sedgwick, che rifiuta il processo di ammodernamento e non è riuscita a portare avanti lo scorso anno la tanto attesa riforma costituzionale, indicata da un alto dirigente – scrive il giornalista ma non indicando chi sia – come una riforma indispensabile per sbloccare la crescita del paese e traghettarla nell’era moderna.

A ciò si aggiunge la crisi del sistema bancario italiano, con le banche del belpaese immerse in centinaia di miliardi di crediti in sofferenza e in continua richiesta di essere salvate. I casi più recenti il Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica del mondo e le due banche venete, Veneto Banca e banca Popolare di Vicenza.

La promessa del governo di Roma alla Bce di fare tutto ciò che serve per diminuire il debito finora non ha prodotto alcun risultato anzi è ancora ancorato al 133% del Prodotto interno lordo del paese. Da qui il monito per i Brexiteers: se si vuole trovare una reale ragione per lasciare l’Unione europea, basta smetterla di lamentarsi dell’illegittimità di Bruxelles e di come molti europei lasciano il nostro paese e guardare al fatto che ci sono una o due economie in Europa che si trovano in una posizione peggiore della buona vecchia Inghilterra e possono far naufragare il progetto europeo con o senza gli inglesi.

Hai dimenticato la password?