Boe choc: “senza accordo Brexit crisi peggiore dalla Seconda Guerra Mondiale”

29 novembre 2018, di Mariangela Tessa

Qualora il divorzio del Regno Unito dall’Unione europea dovesse avvenire senza un accordo, l’economia britannica rischia uno choc della portata simile a quella del 1945.

A dirlo è la Banca d’Inghilterra (Bank of England, BoE), che in una nota diffusa ieri ha evocato la possibilità di calo della crescita fino all’8% nel 2019 (-10,5 punti nei prossimi cinque anni) come contraccolpo immediato di un ipotetico divorzio hard, un crollo della sterlina fino al 25%.

Pesanti anche le conseguenze sul mercato immobiliare e quelle del lavoro: il prezzo delle case crollerebbe di un altro 30 per cento, mentre la disoccupazione raddoppierà.

Per tornare a una catastrofe simile, ha fatto notare il governatore della Banca d’Inghilterra Carney, bisogna appunto tornare al 1945, dopo la guerra contro Hitler.

L’accordo di May, sempre secondo la Banca d’Inghilterra e sempre qualora passi in Parlamento, comunque eroderà il 3,9 per cento di Pil britannico nei prossimi 15 anni.

Si tratta di cifre che fanno male alla premier Theresa May, che già ieri ha incassato un altro durissimo colpo arrivato dal cancelliere dello Scacchiere (cioè il ministro delle Finanze britannico) Philip Hammond, che ha ammesso le conseguenze disastrose di qualsiasi piano di uscita, incluso quello della May.

 

Hai dimenticato la password?