Dow Jones da record, ma Borse messe a dura prova in agosto

3 agosto 2017, di Daniele Chicca

Gli Stati Uniti si preparano a una guerra commerciale con la Cina, su cui intende aprire un’inchiesta sulle pratiche commerciali, e con la Russia, contro cui hanno inasprito le sanzioni economiche. Il 2 agosto il Dow Jones ha superato la soglia di 22 mila grazie ai rialzi di Boeing e Apple ma in Asia e in Europa l’andamento delle Borse è debole nelle ultimissime sedute. A Piazza Affari si mette in luce Unicredit dopo i conti fiscali.

Sul mercato valutario il dollaro si indebolisce nei confronti della sterlina. La divisa britannica ha toccato i massimi in quasi un anno di tempo contro il biglietto verde prima della decisione del board della Banca d’Inghilterra, spaccato sul da farsi in materia di tassi di interesse, fermi allo 0,25%. È dal 2007 che l’istituto non impone una stretta monetaria.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di Borsa nel mese di agosto sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Liveblog in corso: gli aggiornamenti sono automatici

3 agosto 201713:17

La Banca d’Inghilterra ha rivisto al ribasso le stime sul Pil: l’economista dovrebbe crescere dell’1,7% quest’anno, meno dell’1,9% previsto in antecedenza. Nel 2018 il tasso di espansione scenderà ancora all’1,6%, in calo dall’1,7% precedentemente stimato.

3 agosto 201713:02

Alla fine la Banca d’Inghilterra ha mantenuto lo status quo sui tassi di interesse, che restano quindi ancorati ai minimi storici dello 0,25%. Solo due esponenti del braccio di politica monetaria hanno votato a favore di un rialzo del costo del denaro allo 0,5%.

Da quando a giugno cinque membri del board su otto hanno votato contro una stretta monetaria, dal punto di vista macroeconomico non è cambiato molto. Secondo gli analisti era difficile che si materializzasse un rialzo dei tassi dal momento che l’inflazione è in linea con le stime rese note a maggio dalla Banca centrale.

3 agosto 201713:01

L’ultima volta che la Banca d’Inghilterra si è riunita, il governatore Mark Carney si è dimostrato duramente contrario a qualsiasi tipo di aggiustamento dei tassi di interesse. Da allora, sembra aver rovesciato la propria posizione, esprimendo di recente il sostegno all’idea di un aumento dei tassi, come osservano gli analisti di eToro.

Attualmente il tasso sui depositi della BoE è al 0,25%, rivisto al ribasso rispetto allo 0,5% introdotto con la Brexit come misura d’emergenza. Di solito l’impatto di un aumento dei tassi sui mercati finanziari è così alto che è probabile che la BoE non decida alcun aggiustamento oggi. Lo shock sarebbe eccessivo e potrebbe indurre instabilità economica, specialmente dopo i segnali lanciati nel corso dell’ultima riunione. Tuttavia, molti traders e analisti si aspettano che Carney si esprima sui prossimi passi nella politica monetaria e annunci un imminente incremento dei tassi.

A prescindere da quanto sarà detto, ci sono aspettative elevate in entrambe le direzioni e molte posizioni saranno piazzate. Virtualmente, tutti i protagonisti punteranno l’attenzione sul rapporto sterlina-dollaro quando a Londra saranno le 12 e in Italia le 13.

3 agosto 201712:57

Quando mancano pochi minuti alla decisione della Banca d’Inghilterra sui tassi di interesse, scelta che potrebbe sorprendere i mercati se il board dovesse optare per una stretta monetaria, la prima dal 2007, la sterlina scambia ancora ai massimi di 11 mesi sul dollaro in area $1,3243 mentre il listino FTSE 100 avanza di 15 punti.

3 agosto 201711:42

Dopo un inizio d’anno robusto la crescita nel settore privato dell’area euro ha subito una frenata a luglio. L’indice composito è sceso ai minimi di sei mesi a quota 55,7 dai 56,3 di giugno. A preoccupare è più che altro l’economia tedesca, che sembra essersi raffreddata, tanto che il Pmi è risultato più debole di Francia, Spagna e Italia.

Eurozone PMI

3 agosto 201710:53

Sul Forex la sterlina, spinta da due fattori su tutti uno macro e uno monetario, sale ai massimi di 11 mesi sul dollaro. Ad aiutare sono le cifre sul settore dei servizi, che ha mostrato una bella espansione il mese scorso, e la possibilità di un rialzo choc dei tassi di interesse allo 0,5% nel super Giovedì della Banca d’Inghilterra.

3 agosto 201710:38

I profitti di Credit Agricole sono in realtà cresciuti più delle stime (+17%) nel secondo trimestre e dovrebbe riuscire a centrare gli obiettivi a medio termine, secondo il suo CFO. Adidas ha registrato un balzo degli utili del 19% nel secondo trimestre, risultato reso possibile dalle prove convincenti in Cina e America del Nord. Il gigante tedesco dell’abbigliamento dice di aver raddoppiato al 3% la sua quota di mercato nelle scarpe sportive in Usa dove a dominare sono Nike e Under Armour. I trader non sembrano però sorpresi in positivo dai conti con il titolo che scambia in ribasso stamattina.

3 agosto 201710:34

Le principali Borse d’Europa scambiano tutte in rosso. Nell’universo bancario, UniCredit scambia in buon rialzo dopo la trimestrale che ha visto utili più alti delle attese, mentre Credit Agricole paga i conti poco convincenti. Il CFO della banca francese ha rassicurato gli investitori e i clienti dicendo alla CNBC che l’istituto è in buona salute e che i fattori negativi sono temporanei.

3 agosto 201710:32

Giovedì 3 agosto l’indice EuroStoxx 600 è in calo di un quarto di punto percentuale un’ora dopo l’avvio degli scambi. Pesano i ribassi dei settori petrolifero, industriale e bancario. Anche il comparto tech è debole con l’effetto Apple, protagonista di una trimestrale migliore del previsto, che sta piano piano svanendo.

Hai dimenticato la password?