BORSE EUROPEE GIU’ SULLA SCIA DI NEW YORK

13 ottobre 1999, di Redazione Wall Street Italia

La crisi pakistana scoppiata ieri innervosisce ulteriormente i mercati, specie quelli asiatici, negativi alla chiusura di stamane. In Inghilterra la maggior parte delle perdite e’ causata da tlc e farmaceutici. Gli operatori sostengono che si tratta di prese di beneficio dopo i recenti forti rialzi. Sale invece del 2,5% il gruppo editoriale Reed, dopo che fonti di stampa accreditano la
riapertura del dialogo con Wolters Kluwer per un’eventuale fusione. In Germania Deutsche Telekom, che ieri si e’ detta interessata al controllo di Global One, perde l’1%. Secondo voci di mercato, Deutsche Telekom potrebbe ingaggiare una lotta con France Telecom per acquisire la preda. La tedesca produttrice di software Sap perde il 9%, dopo il calo della previsione sulle vendite ’99.
La cattiva chiusura di Wall Street si e’ ripercossa sulla borsa di Tokyo che e’ scesa sotto la soglia psicologica dei 18 mila punti. L’indice Nikkey, che raccoglie i 225 titoli piu’ significati, ha perso 336,32 punti fermandosi a 17.754,49 punti, pari ad una perdita percentuale dell’1,85 per cento.

Hai dimenticato la password?