BORSA MILANO: SCAMBI PIU’ VIVACI, MIBTEL +0,69%

21 dicembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Al termine della prima parte della seduta Piazza Affari macina un record dopo l’altro e si pone, con un rialzo dello 0,69%, a quota 27.628 punti.

Gli scambi sono tornati vivaci e continuano a premiare i titoli tecnologici e legati a Internet.

Dopo la sospensione per eccesso di rialzo seguita alla notizia di un accordo con British Telecom per l’apertura di un portale per l’e-business, il titolo Bnl è stato riammesso alle contrattazioni segnando un rialzo dell’8,49%.

Denaro anche su altri bancari attivi nell’on-line: Bipop, per esempio, guadagna il 6,08%. Bene anche Unicredit (+1,5%) in vista
dell’alleanza col Bilbao.

Con queste premesse non c’è da stupirsi se tutti gli altri settori vengono trascurati. In calo Fiat (-1,27%), Enel (-2,57%), Eni (-1,25%). In controtendenza Pirelli (+2,35%) grazie all’intesa con Cisco.

Su livelli record Mediaset (+2,26%), ben trattata Tim (+4,41%) anche per la scommessa che sia vicina la cessione all’estero di una quota. Alla base dell’aumento di Aem (+7%) c’è la convinzione che i progetti nelle tlc rendano l’azienda milanese un partner ideale per altri Gruppi. In crescita la scuderia De Benedetti.

Hai dimenticato la password?