BORSA MILANO: RIALZO TRAINATO DAI TELEFONICI

16 dicembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

A metà mattina il Mibtel si fa trovare a 26.625 punti, con un rialzo dello 0,78%, in linea con le altre piazze europee.

Anche oggi il “la” lo danno i telefonici e Internet. Tim +0,52%. Tecnost +1,52%. Olivetti +3,13%. Telecom +1,19%: il suo presidente Roberto Colaninno si è detto soddisfatto dei 2 mila 500 ordini in due giorni per il computer semplificato che permette di navigare su Internet; ha aggiunto che si deve perciò accelerare gli investimenti su Adsl e banda larga.

In rialzo anche i titoli legati a Internet: Bipop-Carire (+6,19%), Classeditori (+3,17%), Espresso (+4,84%), Mediaset (+1,31%), Mondadori (+3,86%) e Mediolanum (+3,93%).

Recupera Enel (+3,08%) ma sempre sotto il collocamento, mentre si attendono le novita’ sul portale Ifil (+1,81%) e Fiat (+0,64%). Pirellina cede il 2,98%). Eni scende dello 0,87%. In particolare evidenza le Rinascente privilegiate, che dopo l’annuncio di ieri della conversione sono salite del 15,43%.

Più calma su Alitalia dopo che un portavoce della Compagnia olandese Klm ha assicurato che la decisione della Commissione Ue di bloccare i trasferimenti da Linate a Malpensa “non ha conseguenze dirette nei rapporti tra Klm e Alitalia”.

Hai dimenticato la password?