BORSA MILANO: LISTINO IN ALTALENA IN APERTURA

21 dicembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

La primissima apertura di Piazza Affari ha segnato oggi un leggero rialzo del Mibtel +0,12% a 27.472 punti, ma dopo qualche battuta c’è stata una limatura: -0,2% a 27.381.

Gli operatori non si meravigliano: dopo la corsa di ieri e in pieno clima di attesa per la riunione della Fomc (Federal open market committee) alla Federal reserve bank, è più che logico trovarsi di fronte a un mercato selettivo. Non si ritiene che la Banca centrale Usa possa ritoccare i tassi; è vero tuttavia che il listino risente della flessione di Wall Street della vigilia, e dell’apertura debole delle altre piazze europee.

Di fatto, l’attenzione sembra concentrata su pochi titoli, e del resto in questo scorcio di seduta sembra che l’interesse per i bancari e gli editoriali legati a Internet non sia sufficiente a spingere verso l’alto.

Buone eccezioni, in denaro, risultano nel Mib30 Fideuram (+3,2%), Bipop (+7,7%), Mediolanum (+6,6%), Pirelli (+2,9%), Seat (+1,4%) e Tim (+0,27%).

Ma su tutto, brilla il +15,4% delle Assitalia dopo la decisione della controllante Ina di lanciare un’opa (offerta pubblica di acquisto) su circa il 6,7% del capitale ancora sul mercato. Ina -1,39% dopo l’uscita dal Mib30 al termine dell’opa lanciata da Generali.

Hai dimenticato la password?