BORSA MILANO: ANCORA FIACCA, ENEL CONGELATE

5 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

All’indomani del rialzo messo a segno dopo l’aumento dei tassi europei e grazie agli acquisti sulle tlc, Piazza Affari si avvia a chiudere la settimana con una seduta priva di spunti. Alle 12:30 l’indice Mibtel e’ in calo dello 0,46% a 23.260 punti, l’indice Mib30 e’ in discesa dello 0,66% a quota 33.031 in un mercato bloccato dall’Enel, invariato sul prezzo del collocamento, e dal diradarsi dell’interesse per il gruppo Telecom: Olivetti (+0,88%), Tecnost (+0,33%), Telecom (+0,66%), Tim (-0,03%. Negativa Eni (-1,33%), incerta Fiat (+0,24%) in vista del Cda per l’esame dei dati dei primi nove mesi, previsti ancora deboli. Prevalgono le vendite anche nel settore bancario e assicurativo. Ina, di cui e’ passato ai blocchi lo 0,67% del capitale, cede lo 0,61%, Generali lo 0,96%, Sanpaolo Imi l’1,77%. Ancora acquisti sui titoli del Nuovo Mercato, dove brilla Tiscali (+6,05%).

Hai dimenticato la password?