Borsa: 99% di chance di guadagnare ben poco o perdere tutto

1 agosto 2017, di Daniele Chicca

Finora è stato un anno molto positivo per il listino americano S&P 500 che è in rialzo costante dalle elezioni di Donald Trump a novembre ma chi volesse entrare ora nel mercato è avvisato: ci sono ben il 99% di possibilità che chi investe in Borsa oggi ne ricaverà molto poco, nulla o addirittura che ci perderà in futuro: a dirlo sono le serie storiche di mercato citate in un report di Goldman Sachs.

Quando le valutazioni di Wall Street si trovano ai livelli attuali – ovvero molto elevati – i ritorni annuali offerti dall’indice allargato della Borsa americana, l’indice S&P 500, per 10 anni sono il 99% delle volte al massimo di una cifra percentuale di media e nella peggiore delle ipotesi negativi. In un solo caso su 100 i rendimenti sono stati sulle due cifre percentuali.

Il balzo dell’indice allargato, che prosegue anche oggi, mentre il Dow Jones si appresta ad avventurarsi in acque inesplorate sopra l’area dei 22 mila punti, soglia mai toccata prima, alimentato i timori sul fatto che i valori di Borsa siano davvero troppo elevati e che non rispecchino i fondamentali dell’economia e delle società quotate.

Come si vede bene nel grafico sotto riportato estrapolato dall’analisi della banca americana, è rarissimo che quando l’indice CAPE dell’S&P 500 – misuratore del rapporto adeguato all’inflazione tra prezzi di Borsa e utili societari registrati in media negli ultimi dieci anni – si trova su livelli così alti l’S&P 500 guadagni almeno il 10% in 10 anni. I ritorni da investimento molto spesso, 99 volte su 100, sono inferiori al 10% e anche negativi.

Hai dimenticato la password?