Black Friday: si allarga sciopero dei lavoratori Amazon in Italia e Germania

24 novembre 2017, di Alessandra Caparello

Si allarga a macchia d’olio l’agitazione indetta dai lavoratori di Amazon per il giorno più atteso dell’anno, il Black Friday in programma il 24 novembre.

A incrociare le braccia oltre ai 4mila dipendenti dello stabilimento di Piacenza, saranno anche i lavoratori del Green badge, ossia i  lavoratori saltuari che si aggiungono nei periodi di grandi consegne, proprio come Black Friday e Natale, in  migliaia in Amazon a Piacenza e nelle sedi recentemente aperte in Italia.

Black Friday segna anticipatamente un primato, ma non per un record di vendite: sarà la prima giornata di sciopero dei lavoratori italiani, nello stabilimento di Castel San Giovanni a Piacenza, che conta 1.600 contrattualizzati più gli addetti reclutati per il periodo di Natale.

Così hanno reso note le sigle sindacali Felsa-Cisl, Nidil-Cgil e Uiltemp-Uil che hanno proclamato per domani l’astensione dal lavoro dei lavoratori in somministrazione. L’astensione dal lavoro inizierà con il turno mattutino di venerdì 24 novembre e terminerà all’inizio del medesimo turno, la mattina di sabato 25 novembre, ribadiscono le sigle sindacali.

“Purtroppo per Amazon non solo il lavoro è una merce, ma anche il lavoratore lo è, ed è una merce deperibile: fintanto che tu lavoratore sei funzionale ai ritmi dell’azienda sei Ok. Se ti rompi, svanisce l’incantesimo (…) chiediamo di aprire un percorso per dare stabilità e continuità all’occupazione e condizioni di lavoro decenti in Amazon”.

Nello specifico con la proclamazione in programma domani si chiede all’utilizzatore e alle agenzie coinvolte (Adecco, Manpower, Gi Group) la riduzione del turn over, l’allungamento della durata dei contratti in somministrazione e la condivisione di percorsi di stabilizzazione, il rispetto della parità di trattamento retributiva sui livelli di inquadramento e sulla negoziazione di premi economici integrativi, un utilizzo corretto del Monte Ore Garantito, ritmi di lavoro che non mettano a rischio la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Dal canto suo Amazon, nonostante lo sciopero indetto per oggi dai lavoratori del centro distributivo di Castel San Giovanni, assicura che verranno evase le richieste dei clienti. Ma la società americana deve fare i conti anche con le proteste in Germania, dove i lavoratori di Amazon stanno scioperando per manifestare il loro scontento in materia di salari.

Lo sciopero, con lo staff che chiede buste paga più alte, ha interessato una mezza decina dei siti di distribuzione del colosso dell’e-commerce presenti in Germania.

Hai dimenticato la password?