Bitcoin sfonda $7.000, entra in gioco Amazon. El-Erian: “è una commodity”

2 novembre 2017, di Mariangela Tessa

Bitcoin inarrestabile continua a macinare record su record, superando per la prima volta quota 6.900 dollari e successivamente anche $7.000 dopo l’annuncio di ieri da parte del CME Group (Chicago Mercantile Exchange) del lancio di un future su Bitcoin.

L’impannata della criptovaluta ha portato a 188 miliardi di dollari il valore di mercato complessivo delle monete virtuali: del totale 115 miliardi sono rappresentati dal solo Bitcoin,  la divisa digitale più popolare.

I valori raggiunti mercato delle monete digitali continuano a suscitare da una parte grande interesse, dall’altro sollevano molte perplessità, alimentando allo stesse tempo l’idea che il mercato sia in una fase di bolla.

Nonostante il forte interesse degli investitori, Mohamed El-Erian, chief economic advisor di Allianz, durante il Barclays Asia Forum che si tiene a Singapore, ha detto ai microfoni della CNBC che “più che delle valute, le criptovalute devono essere considerate come materie prime”.

“Le monete hanno un valore prevedibile e per questo vengono utilizzate come mezzo di scambio. Non è il caso del bitcoin che sta ancora cercando la stabilità e pertanto può essere considerata più come commodity”.

Bitcoin sopra 7.040 dollari

Il colosso del commercio digitale Amazon si è intanto assicurato tre nuovi nomi di domini legati alle criptovalute, amazonethereum.com, amazoncryptocurrency.com, amazoncryptocurrencies.com, alimentando così le speculazioni che il gruppo di Jeff Bezos sarebbe pronto a lanciarsi nell’arena delle monete digitali.

Forte di un rialzo dell’8% e oltre, il prezzo ha superato i 7040 dollari nella giornata di ieri. Dopo aver superato tale soglia record, ora secondo gli analisti tecnici il prezzo del Bitcoin potrebbe andare a testare la prossima resistenza al rialzo a $7.150.

Hai dimenticato la password?