Bitcoin: record su record. In Svezia tasse pagate in criptovalute

13 ottobre 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Macina record su record la criptovaluta per eccellenza, il Bitcoin che stamani ha toccato quota 5800 dollari. A trainare i prezzi della moneta digitale le voci non confermate secondo cui la Cina, da sempre ostile alla criptovaluta, dopo aver messo al bando le ICO e le piattaforme di scambio, sembra che abbia deciso per un clamoroso dietrofront.

Con prezzi sui 5.300 dollari la capitalizzazione complessiva della regina delle criptovalute arriva a sfiorare il 90 miliardi di dollari e oggi supera quota 5.800 dollari oltrepassando i 90 miliardi di capitalizzazione. Si tratta di un valore superiore a quello della banca Morgan Stanley.

Le diffidenze per la cripotvaluta sembrano a piano a piano sgretolarsi dopo che anche il ceo di JpMorgan, Jamie Dimon è passato dal definire il Bitcoin una frode e una bolla speculativa  destinata a non funzionare –  “Non è possibile  un business in cui si inventa una moneta dal nulla, pensando che chi l’acquista sia davvero intelligente, semplicemente, si tratta di una cosa non reale, che esploderà, con il risultato che qualcuno si farà male” – ora ridimensiona i toni affermando che non parlerà più di Bitcoin.

“Non ho intenzione di parlare più di Bitcoin (…) E vero che la JPMorgan muove miliardi di dollari al giorno effettivamente in digitale oggi ma non è denaro contante”.

I suoi rivali tra cui la Goldman Sachs si sono invece dichiarati aperti alla nuova moneta digitale e anche Citigroup ha annunciato di stare esaminando Bitcoin e blockchain, considerandola un’area degna di essere esplorata.

Il re dei Bitcoin, Mike Novogratz, ex manager di Fortress Investment Group considera la moneta digitale al pari dell’oro e si dice convinto che il rally del Bitcoin sia solo all’inizio, visto che nei primi mesi del 2018, dice Novogratz, potrebbe superare quota 10mila dollari, dai 4800 attuali. Insomma un successo planetario quella della criptovaluta per eccellenza che trova a piano a piano spazio nella vita reale.

L’esempio emblematico quello della Svezia dove il Fisco ha deciso che le tasse potranno pagarsi anche in criptovaluta. La Swedish Enforcement Authority ha ricevuto 0,6 Bitcoin, pari a circa 2600 euro e il gettito virtuale riscosso dal fisco verrà poi venduta al migliore offerente tramite asta online.

Una rivoluzione epocale quella inaugurata dal paese scandinavo e presto, considerano i record registrati giorno per giorno, potrebbe essere seguito da altri paesi.

Hai dimenticato la password?