Italia: vendite auto -32%, tra crisi economia e scioperi

Il dato si riferisce al mese di marzo. Già Fiat aveva lanciato l'allarme sul blocco delle bisarche, andato avanti per diversi giorni. La recessione e gli alti prezzi della benzina - ma non solo -premono sul comparto.
Momento negativo per le vendite di auto in Italia.

Ingrandisci la foto

Momento negativo per le vendite di auto in Italia.

Roma - Nel mese di marzo le vendite di auto in Italia sono crollate del 32%. E' quanto riporta Bloomberg, citando i dati di Federauto. In una nota, l'associazione dei concessionari in Italia ha affermato che i prezzi più alti della benzina, l'aumento delle tasse e i pedaggi più elevati delle autostrade stanno mettendo sotto pressione il settore. Il comparto continua insomma a zoppicare, complici la recessione che imperversa nel paese e anche il recente sciopero delle bisarche.

La stessa Fiat aveva lanciato un avvertimento.

In una recente nota, esasperata dalla situazione, il Lingotto aveva scritto esasperato: "lunghi e numerosi ritardi nelle consegne del prodotto ai concessionari e ai clienti comportano pesanti conseguenze sulle fatturazioni e sulle immatricolazioni in Italia e all'estero. I danni sono particolarmente gravi per Fiat Group Automobiles, che è stata costretta a fermare più volte l'attività in alcuni stabilimenti italiani, con rilevanti perdite economiche per l'azienda e per i lavoratori. Anche le quote di mercato saranno evidentemente influenzate in modo negativo".

LEGGI ANCHE Sciopero bisarche, Fiat e settore auto nei guai. Chiusi gli impianti.

Ma di certo a pesare sul calo drammatico delle vendite è la recessione che sta colpendo l'Italia, e che si traduce in una forte contrazione dei consumi. Proprio oggi le previsioni dell'Ocse sul Pil italiano, che parlano di una contrazione del Pil, nel corso del primo trimestre, pari a -1,6% e di un -0,1% nel secondo trimestre.

Lo stesso ministro per lo sviluppo Economico Corrado Passera, sempre oggi, ha affermato che l'Italia versa nel pieno di una recessione, facendo fronte anche a un credit crunch.

VOTA L'ARTICOLO

GIUDIZIO
0%

VOTA

0
0
0
0
0
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Eccellente
Molto buono
Così così
Scarso
Non ci siamo
COMMENTI
JO1957 - 30/03/2012 11:09
id utente 135561
utenti registrati 144748
utente da dic 2011
1685 commenti
popolarità 137
sono almeno due anni che ripetutamente scriviamo periodicamente che "fiat è praticamente avviato verso il default sul mercato italiano ed europeo"  e che i tedeschi sono i primi della classe con grande dispiacere del amico XXXMEN che almeno ci propone cifre analisi e ponderazioni ben fondate anche se non condivisibii...sul fallimeto auto in italia e come scoprire acquacalda...amen      Originariamente inviato da car...
0 Commenta Quota Segnala
carlo370 - 30/03/2012 10:01
id utente 125958
utenti registrati 144748
utente da ago 2011
781 commenti
popolarità 92
Il gruppo fiat è praticamente avviato verso il default sul mercato italiano ed europeo, i dati sono chiari ed il trend negativo è oramai continuo e consolidato. In più si aggiungono concorrenti, oltre ai soliti,  come i coreani a cui 10 anni fà ridevamo in faccia mentre ora anche il gruppo VW  porta rispetto in quanto hanno fatto passi da gigante e si candidano a diventare player mondiali del settore. Marchionne e la fiat, in europa, s...
-1 Commenta Quota Segnala
Questo commento non piace a 1 persona
xxxmen - 29/03/2012 23:41
id utente 116803
utenti registrati 144748
utente da dic 2009
preferito da 4 utenti
5388 commenti
popolarità 11

Per chi avesse perso il video sull'eroe dei 2 costruttori.

Il grande MARCHIONNE

www.youtube.com/watch?v=h3ppoyWNN7s

Mercato italiano -32%, MARCHIONNE AVEVA RAGIONE.

 

-1 Commenta Quota Segnala
Questo commento non piace a 1 persona
» Leggi tutti i commenti