ANNUNCIO DI AMAZON, E IL TITOLO SALE DEL 20%

8 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Jeff Bezos, il fondatore di Amazon.com (AMZN) sa come giocare sul mercato finanziario. E oggi ha stupito Wall Street scrivendo in un comunicato stampa, che domani Amazon fara’ ”un significativo annuncio che riguarda l’aggiunta di nuovi prodotti, con un impatto sullo scenario competitivo dello shopping online”. Come dire: una bomba a orologeria a scoppio ritardato.

Ma anche anticipato. Perche’ in realta’ il titolo ha reagito immediatamente. E nonostante la totale assenza di dettagli sull’annuncio, AMZN e’ salita del 20%, di 13 e 1/16 a 78, provocando tra l’altro un gran terremoto tra tutti quelli che erano ”short”, i quali hanno dovuto rapidamente ricoprirsi. Il che ha contribuito ai rialzi.

L’Internet Sector index ha seguito la scia della blue chip, salendo del 2,6%, e anche altri strumenti come il trust della Merrill Lynch con i migliori titoli internet (vedi HHH) ha messo a segno un balzo di quasi il 6%.

Tra le ipotesi circolate, quella che Amazon cominci a vendere software online, annunci una nuova acquisizione, o la combinazione delle due ipotesi.

Beyond.com (BYND), che vende software su internet e gia’ in passato era stata indicata dai rumors di Wall Street come una potenziale candidata a un takeover, e’ oggi salita al momento dei rumors di 3 e 13/16, cioe’ il 44%, a 12 e 1/2. In chiusura il titolo si e’ un po’ afflosciato. Ultimi prezzi: +2 e 3/8 (+27,34%) a 11 e 1/16.

Un’altra ipotesi e’ che non il software, ma i martelli e i chiodi facciano parte del possibile scenario. Nel senso che altri analisti speculano su una possibile joint venture tra Amazon e la mega catena di ipermercati Home Depot (HD, appena sbarcata al Dow Jones). Home Depot era in rialzo di 7/8, cioe’ +1%, a 78 7/8, dopo aver raggiunto il massimo assoluto in mattinata a 79.

Ma visto che si parla del possibile affare con Amazon, anche altri titoli del settore software hanno registrato, tutti per via riflessa, forti balzi in avanti dei prezzi. Come Multiple Zones (MZON), salito al Nasdaq del 23%, su di 1 e 9/32 a 6 e 25/32. Mentre Cyberian Outpost (COOL), sempre al Nasdaq, e’ salita del 13% anch’essa perche’ vende software su internet.

Hai dimenticato la password?