Anche la Danimarca vuole la “sua” Brexit. I nazionalisti vogliono un referendum in stile UK

8 agosto 2018, di Alessandro Chiatto

“La Danimarca potrebbe negoziare concessioni simili a quelle della Gran Bretagna”. A dichiararlo è Kristian Thulesen Dahl, leader del DPP, secondo partito politico danese che non fa parte del governo di centro-destra del primo ministro Lars Lokke Rasmussen. “Ci sono molte opportunità per la Danimarca“, ha detto Dahl ai giornalisti. “Un’opzione sarebbe una relazione più fluida con l’UE, che rispecchierebbe il modello inglese“. Il leader del partito nazionalista danese vorrebbe far votare un referendum su eventuali concessioni alla Danimarca senza dover passare attraverso il processo di uscita effettiva dall’Unione Europea. La Danimarca ha tenuto diversi referendum sulle questioni comunitarie fino ad oggi, votando a favore dell’adesione all’UE nel 1972 e contro l’euro nel 2000.

Per quanto riguarda il processo di Brexit, invece, Bloomberg, nella sua versione online, spiega come Theresa May avrebbe convocato per i primi di settembre un incontro con i vertici del suo governo per decidere una strategia in caso non si trovasse un accordo.

Hai dimenticato la password?