Analisi tecnica Ftse Mib. Boom titoli BP e BPM: cosa fare ora

17 ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Così Pietro Di Lorenzo, amministratore unico di SOS Trader, commenta il trende del Ftse Mib.

“Il Ftse Mib disegna una Long white che archivia la miglior seduta dal 23 agosto e consente di chiudere la terza settimana positiva nelle ultime 4. A distogliere le preoccupazioni per il prossimo rialzo dei tassi in Usa sono stati i sorprendenti dati positivi sull’inflazione cinese che hanno stimolato gli acquisti sui titoli finanziari italiani. Graficamente i prezzi rimangono ingabbiati da ormai 23 sedute all’interno del rettangolo 16.000 – 16.700 punti. L’auspicato superamento della resistenza in area 16.700 dipenderà dalla qualità dei risultati trimestrali che arriveranno dagli Usa; in particolare lunedì seguiremo i numeri di: Bank of America; Martedì: Goldman Sachs, BlackRock, Johnson & Johnson, Philip Morris e Intel. Mercoledì: Morgan Stanley e American Express. Giovedì: Bank of New York, Verizon, Union Pacific, PayPal e Microsoft. Venerdì: General Electric, McDonald’s e Honeywell. Operativamente: attualmente deteniamo in portafoglio solo MPS, ma siamo pronti a entrare più aggressivamente sul mercato qualora si registri una chiusura maggiore a 16.700 punti.

Fra i titoli interessanti per la seduta di lunedì, Pietro Di Lorenzo segnala:

  • BANCO POPOLARE festeggia in vista dell’ok al progetto di fusione con BPM chiudendo la settimana in rialzo del 14.86%. Attendiamo un consolidamento al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio
  • Prosegue il Rally anche BPM (+13.01% nelle ultime 5 sedute) che si riporta a contatto con la resistenza passante in area 3.8€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale rialzista
  • TERNA archivia la migliore settimana (+3.9%) delle ultime 15 a seguito del completamento dell’1-2-3 Low. Il minimo toccato il 7 e 10 Ottobre a 4.254€ potrebbe essere un importante bottom di periodo
  • FERRAGAMO si riporta a contatto con la resistenza chiave passante in area 23€. Possibile intervenire a seguito del superamento di questo livello
  • CREDITO VALTELLINESE mostra evidenti segnali di inversione della forza relativa apprezzandosi del 12.31% nell’ultima settimana. I prezzi testano il bordo superiore del rettangolo che ingabbia i prezzi dal 3 agosto fra area 0.3€ e 0.358€. La fuoriuscita dei corsi da questo box, innescherà un violento movimento direzionale

fonte SOS Trader

Hai dimenticato la password?