Analisi tecnica e fondamentale stesso risultato

19 giugno 2017, di Marco Magnani

Analisi tecnica e fondamentale stesso risultato

C’è un modo di dire che recita :  “la pace dopo la tempesta”;   ma non possiamo dimenticare che vale anche il contrario ossia dopo la pace è facile che arrivi la tempesta.

Questa premessa per tornare  ancora una volta  all’ipotesi  definita, ornai da tempo,  come variabile “B” che vedrebbe il ciclo Annuale in corso quale ultimo dell’ultimo ciclo Quinquennale di quello che sarebbe il ciclo Ventennale,  pertanto  non ancora finito.

Come delineato molte volte questa previsione  ha ormai una percentuale probabilistica di esattezza  molto bassa,  , ciò dal puto di vista ciclico  quale tipologia  di analisi  tecnica molto specifica   (L’ipotesi A più probabile  a quella che considera  già iniziato un nuovo ciclo Ventennale).

Ciclicamente sarebbe oramai improbabile una discesa repentina dei prezzi  (torneremo su questo concetto successivamente), per due motivi:

  • il rialzo dei prezzi, spinti dal ciclo Annuale, sino ad ora sviluppatosi sui mercati
  • il fattore temo già oltre le normali tempistiche medie

Ma il mercato come sappiamo fa sempre ciò che vuole e non certo  ciò che vorremmo noi, di conseguenza bisogna saper discriminare,  verificando  tutte le alternative  fino a che considerate possibili  da presupposti concreti.

A questo proposito analizzando la produzione di nuova massa monetaria M1  prodotta dalla Bce possiamo riscontrare che dopo un calo percentuale della produzione iniziato nel 2015 negli ultimi mesi è iniziata una leggera ripresa.

E dalla produzione di massa monetaria si arriva, attraverso una serie di algoritmi, alla proiezione degli indici di Borsa, questo metodo  utilizza  esclusivamente la produzione di nuovo “denaro” per sviluppare una previsione, un metodo che poggia su un fondamento  esclusivamente “Fondamentale”.

Un fondamento di tale valore che non può essere tralasciato,  pertanto a mio avviso lo si deve monitorare costantemente,  in affiancamento all’analisi ciclica.

Questa previsione al momento rileva due cose che sono molto importanti, ossia:

  1. un raggiungimento del massimo attorno all’ otto di giugno (la data è già trascorsa in quanto i dati di massa monetaria sono resi pubblici dalla Bce con tre mesi di ritardo, quindi l’algoritmo proietta un futuro che riguarda anche il presente ).
  2. Il ribasso evidenziato al momento è abbastanza “devastante” , arriverebbe fino ad area 11.000 circa (con il nuovo dato di M1 del prossimo mese la previsione potrebbe subire variazioni), una tale entità sarebbe probabilmente causata da un rischio sistemico.

Ora osservando  la stessa data sulla previsione sviluppata con il Battleplan  (linea evidenziata in giallo),  si deduce che il mercato è indubbiamente nell’ area di massimo del ciclo Annuale.   In pratica le due previsioni decisamente diverse,  nel senso che una parte dai prezzi e l’altra dal denaro, convergono in una informazione  “esattamente uguale”.

Certo l’intensità del ribasso che prevedono è notevolmente diversa , ma convergono sia nel fattore tempo che nel delineare un massimo di lungo periodo.

Questa uguaglianza  tra analisi tecnica e fondamentale aumenta di molto le possibilità di correttezza della previsione .

In relazione a ciò e dall’ analisi dei volumi , come evidenziavo in qualche report fa, venerdì ho chiuso l’ultima parte delle mie posizioni long.

Analizzando anche il mercato Tedesco , è possibile vedere come  la previsione sviluppata attraverso la produzione di massa monetaria evidenzia anche in questo caso  il massimo come avvenuto nella stessa data.

Ed in ugual modo la previsione sviluppata attraverso il Battleplan evidenzia l’attuale situazione di probabile massimo.

In conclusione i due mercati visti con buone probabilità inizieranno un rintracciamento di lungo termine la cui intensità non possiamo delineare,  per ora.

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive: è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione di RatingConsulting.eu.

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016

Hai dimenticato la password?