Amazon alla conquista del mercato alimentare. Test per nuova tecnica conservazione cibi

11 agosto 2017, di Livia Liberatore

Dopo l’acquisizione della catena di supermercati biologici Whole Foods a giugno 2017, Amazon continua a fare passi avanti nel mercato alimentare. L’azienda di Jeff Bezos avrebbe iniziato i test per lanciare un nuovo modo di conservazione dei cibi che non prevede l’utilizzo del congelatore. La nuova tecnica si baserebbe sulla tecnologia sviluppata per l’esercito statunitense. Si chiama MATS, microwave assisted thermal sterilization, e permetterebbe al colosso delle vendite online di non doversi occupare della refrigerazione dei prodotti.

La tecnica prevede che il cibo pronto sia confezionato in pacchetti sigillati di alimenti con acqua pressurizzata. Per poterlo consumare, basta scaldarlo nel forno a micro onde per alcuni minuti per eliminare i batteri. Questa soluzione permetterebbe di mantenere i cibi più saporiti. Amazon ha promesso la consegna dei primi nuovi cibi pronti, come lo stufato di manzo o la frittata di verdure, già per il prossimo anno e l’azienda ha già iniziato trattative per questo obiettivo.

I piatti potrebbero essere offerti a prezzi abbastanza economici, soprattutto rispetto al cibo da asporto dai ristoranti. Potrebbero rimanere sugli scaffali anche per dieci anni, il che li renderebbe adatti al modello di consegna di Amazon. La fornitura dei nuovi prodotti si baserebbe sul servizio Amazon Fresh che da dieci anni distribuisce alimenti nelle abitazioni dei clienti. Se Amazon implementasse la tecnologia su larga scala, potrebbe conquistare i consumatori che stanno spostando i loro gusti verso il consumo di pasti veloci e facili a casa.

Amazon avrebbe appreso della tecnologia MATS durante la fiera SIAL a Parigi lo scorso anno e a febbraio ha inviato un team per parlare con i ricercatori dell’università di Washington che hanno sviluppato la tecnica di conservazione.

Hai dimenticato la password?