ALERT, I TREASURY E IL GREGGIO ANTICIPANO RIBASSI

3 dicembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Per la quarta volta in totale dai tempi della presidenza di Gerald Ford, il petrolio minaccia di spingere il tasso di inflazione Usa al di sopra del rendimento del titolo del Tesoro a 10 anni. Per gli investitori in bond che hanno approfittato del forte bull market in corso dal 2002, queste sono cattive notizie, si legge in un servizio di Bloomberg.

Il rendimento del TBond a 10 anni ha toccato al ribasso la soglia del 3.79 per cento la scorsa settimana, a un terzo di punto percentuale dall’ indice dei prezzi al consumo. Ogni volta che l’ inflazione ha superato il livello che gli investitori pagano per possedere Treasuries, i bond sono calati. Infatti lo scenario ricorda da vicino quel che accadde dall’agosto 1973 all’agosto 1975 (Ford presidente) e dal gennaio 1979 all’ottobre 1980, alla fine del mandato di Jimmy Carter. “Siamo adesso come negli anni 70″ ha confermato a Bloomberg Jim Rogers, ex cofondatore di Quantum, il primo hedge fund di George Soros, e colui che ha correttamente predetto nel 1999 il boom delle commodities. Rogers sostiene che il bull market nelle merci rimarrà intatto ma con il particolare che avremo anche inflazione. “Non comprerei mai titolo del Tesoro a lunga scadenza, e per un semplice motivo, saranno in calo per i prossimi anni”, dice Rogers.

Mercato super-volatile. E con news gratis, certamente non guadagni. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link style="color:blue">INSIDER

Hai dimenticato la password?