AGNELLI, PRONTI A RACCOGLIERE SFIDE DEL DOPO 2000

22 ottobre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Un’auto ”sempre piu’ oggetto di desiderio – piu’ sicura e rispettosa dell’ambiente, con un ruolo sempre piu’ rilevante nell’elettronica e motori
alternativi, elettrici, ibridi ed a metano – in un mercato in ulteriore crescita, soprattutto nei paesi in via di sviluppo”.

E’ questo il futuro che il presidente onorario
della Fiat, Gianni Agnelli, descrive sulle pagine del numero di novembre de ”L’Automobile”, il mensile dell’Aci, in edicola. Nel sottolineare l’importanza dell’industria dell’automobile anche dal punto di vista occupazionale – ”da ogni persona impiegata dalla nostra azienda, precisa,
dipendono altri 10 posti di lavoro” – Agnelli ricorda che ”in Europa l’8% dell’occupazione complessiva ed il 15% delle entrate tributarie totali (il 21% in Italia) derivano dall’industria automobilistica”. ”L’industria dell’automobile – scrive Agnelli – si accinge ad entrare nel nuovo secolo e nel nuovo millennio con un grande patrimonio di uomini che si articola su professioni continuamente rinnovate”.

Hai dimenticato la password?